Giuseppe Sbriglio

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

forza_delle_idee1

Dehors e attività rumorose a Torino. Come difendere anche i diritti dei commercianti

 
 Da anni i gestori dei locali cittadini aspettano che il Comune di Torino  predisponga nuove regole. Nel frattempo vengono sanzionati, le occupazioni di suolo pubblico vengono negate e quelle già concesse revocate. Gli esercenti hanno timore d’instaurare giudizi davanti al Tribunale Amministrativo Regionale e così i loro diritti vengono lesi.
Sarebbe quanto meno opportuno, se non doveroso, stabilire dei momenti di confronto con l’amministrazione comunale; spesso invece questo non avviene, per cui i gestori smantellano i dehors o rinunciano ad installarli, quando invece è l'Amministrazione che avrebbe adottato  provvedimenti probabilmente illegittimi, senza spiegare le ragioni di interesse pubblico che portano alla revoca o al diniego della concessione.
 
Gli esercenti, invece, devono rispondere immediatamente alle comunicazioni della Città di Torino e spiegare le proprie ragioni per addivenire, in accordo con l’Amministrazione, ad una soluzione condivisa, anche presentando proposte alternative, così che il Comune possa revocare il provvedimento adottato in autotutela, e si eviterebbero anche le sanzioni amministrative.
 
Qualora ciò non fosse più possibile, ci si potrebbe comunque rivolgere al TAR.
 
Lo stesso deve dirsi per il problema del rumore prodotto dall’attività dei locali, non sempre vengono contemperati gli interessi di chi ha diritto al silenzio nella propria abitazione con quelli di chi deve lavorare.
 
Si deve, quindi, insistere affinché il Comune stabilisca nuove regole in vista dell’assetto da dare alle occupazioni di suolo pubblico, e non solo per la stagione estiva, così da tenere in debita considerazione gli interessi di tutte le parti coinvolte, anche di coloro che abitano o lavorano vicino al locale, persone che devono essere sentite.
 
 
Ci auguriamo allora che finalmente il Comune adotti al più presto il “Nuovo Regolamento Dehors".
 
Avv. Giuseppe Sbriglio
ADUSBEF (Associazione Consumatori )
Tel. 011306444 
 
 

blog comments powered by Disqus