Giuseppe Sbriglio

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

forza_delle_idee1

Sbriglio: 'Una cerimonia in Comune per le unioni tra omosessuali'

unioni gayE' stato il primo in Italia a chiedere a un Comune di celebrare in modo formale le unioni civili tra cittadini omosessuali. Giuseppe Sbriglio, 42enne consigliere comunale di Torino che oggi si candida nella lista Chiamparino

per il Consiglio regionale del Piemonte, già nel 2012 aveva tentato una mossa "rivoluzionaria", in Sala Rossa.

Sulla sua mozione, che proponeva un riconoscimento più ampio delle coppie gay, la maggioranza (che aveva lasciato libertà di voto ai consiglieri) si è spaccata a metà ed è stata respinta per un paio di voti. Si trattava appunto della proposta, avanzata dal consigliere Giuseppe Sbriglio, di poter usare le sale auliche della città anche per chi firma il registro delle coppie civili: sarebbero perciò diventate luoghi dove lesbiche e gay avrebbero potuto celebrare in modo più solenne la loro unione. "Credo sia significativo aprire le porte del Palazzo comunale e consentire cerimonie simboliche tra persone dello stesso sesso per dimostrare che siamo dalla parte di chi è discriminato e non abbiamo remore a sostenere i diritti di tutti i cittadini", afferma Sbriglio, che aggiunge: "Lo spirito di quell'idea è sempre vivo e la necessità di passi anche simbolici, per una effettiva equiparazione di diritti e doveri di tutti i cittadini, va perseguita ogni giorno nella nostra attività politica".


blog comments powered by Disqus